La finale Capcom Cup 2020 si giocherà offline nella Repubblica Domenicana

Luigi Campestrini

Luigi Campestrini

L’evento della Capcom Cup è stata programmata dal 19 Febbraio al 21, insieme alla Street Fighter League World Championship.

Capcom cup

E’ una mossa coraggiosa per non dire altro ma Capcom ha annunciato che la tanto attesa Capcom Cup 2020, così come la Street Fighter World Championship si disputerà offline nella Repubblica Domenicana.

Entrambe le competizione avranno luogo al Hard Rock Hotel & Casinò Punta Cana. Con inizio !9 Febbraio e andranno avanti fino al 21. La Capcom ha riferito che il luogo è frutto di una decisione meticolosa nata per proteggere la salute e la sicurezza di tutti i partecipanti.

“L’Hard Rock Hotel & Casinò Punta Cana è stato selezionato dopo un lungo processo di revisione delle località in tutto il mondo. Il resort è stato scelto per le sue strutture, l’ambiente adatto ai viaggi e per i rigorosi protocolli COVID.19”

Dando una rapida occhiata al loro sito, l’ampio elenco di protocolli di sicurezza comprende test in loco per COVID-19, tracciamento dei contatti nel caso in cui qualcuno risultasse positivo, postazioni di pratica individuali per tutti i professionisti e molto altro ancora.

A differenza delle precedenti Capcom Cups, la pandemia del coronavirus ha fatto perno su un formato di qualificazione online diviso per regioni, offrendo un totale di 18 posti per il CC.

Leggi anche Cos’è Smash.gg e perchè Microsoft l’ha acquistata?

Gli ultimi due erano riservati al campione dell’anno precedente, Derek “iDom” Ruffin, e a un professionista che sarà votato dalla comunità e che deve ancora essere deciso.

Parteciperanno quindi:

  • Derek “iDom” Ruffin 
  • Arman “Phenom” Rabiee 
  • Yoryi “DR Mandrake” Bueno 
  • Niel “SKZ” Chong 
  • Gonzalo “Pikoro” Buleje
  • Houmaid “Takamura_B” Rabie 
  • Daigo Umehara 
  • Cristopher “Caba” Rodriguez 
  • DC “Infexious” Coleman 
  • Alexandro “Jah_Lexe” Rodrigues
  • Kun Xian Ho
  • Amjad “AngryBird” Al-Shalabi
  • Bryant “Smug” Huggins
  • Alan “Nephew” Sun
  • Leonardo “MenaRD” Mena
  • Kanamori “Gachikun” Tsunehiro
  • Xijie “Jiewa” Zeng
  • Yuvin “Rumours” Manadeniya
  • Miky “Samurai” Chea

“Capcom Cup 2020 – montepremi”

Il montepremi sarà di oltre 200.000 dollari. Questo non include le spese di partecipazione secondo Capcom, quindi aspettatevi un ulteriore aumento.

La Capcom Cup è in definitiva il torneo di punta per tutti gli amanti della casa giapponese e del picchiaduro da antologia. Street Fighter è sicuramente la serie videoludica che più ci lega ai molti ricordi della nostra infanzia, tra combo e pigiamento di tasti compulsivo.

Certamente la scelta di far disputare la Capcom Cup offline può destare qualche perplessità ma è comunque un segnale forte per un’industria che non vuole rimanere rinchiusa nel soggiorno di casa dei suoi consumatori e utenti.

Capcom dimostra di voler riportare il game al centro della socialità di milioni di utenti attivi e appassionati lanciando un messaggio di speranza in questo 2020 un pò da dimenticare.

Certo la voglia è tanta anche per chi è abituato alle arene e alla bolgia di nerd che acclama e segue il suo beniamino. Un rapporto viscerale, quello di chi ama e vive gli eSports, molto forte e potente in grado di coinvolgere appieno la parte emotiva di ogni persona.

Noi di esportz.it rappresentiamo anche questa parte, quella romantica di ogni nerd, e siamo qui per tenervi informati su tutto il panorama degli eSports.