Alex Minniti

Alex Minniti

Cyberpunk 2077 è l’ultimo gioiello sfornato dalla casa videoludica Red Project, che come tutti noi sappiamo, è la celebre casa produttrice della colossale saga di The Witcher.

Cyberpunk 2077

“Diventa un cyberpunk 2077, un mercenario urbano dotato di potenziamenti cibernetici, e crea la tua leggenda sulle strade di Night City.”

Cyberpunk 2077, gioiello d’inestimabile valore o più vaso di Pandora, tanto potente quanto dannoso?!
Non è ormai un segreto che questo prodotto non sia andato per niente bene sulla gamma old gen, c’è chi dice sia troppo potente per la lettura su ps4 slim, c’è invece chi insinua sia un semplice insieme di disattenzioni e frettolosità che ha causato questo pasticcio madornale da rendendere l’esperienza videoludica inaccettabile se non impossibile.

Oggi siamo qui ad analizzare le caratteristiche interne di questa Femme Fatale in modo da chiarire ai pochi eletti, alias possessori di next gen, cosa il titolo ci mostri e cosa ci offra al suo interno.

In Cyberpunk 2077 la storia si svolge in un’ambientazione di un non lontano futuro, dove i giocatori vestono i panni del proprio personalizzabile “V”, la classica persona qualunque con un sogno temerario:vivere un’esistenza per cui essere ricordato!

“Cyberpunk 2077 è un’avventura a mondo aperto ambientata a Night City, una megalopoli ossessionata dal potere, dalla moda e dalle modifiche cibernetiche. Vestirai i panni di V, un mercenario fuorilegge alla ricerca di un impianto unico in grado di conferire l’immortalità. Potrai personalizzare il cyberware, le abilità e lo stile di gioco del tuo personaggio ed esplorare un’immensa città dove ogni scelta che farai plasmerà la storia e il mondo intorno a te.”


La mappa di Cyberpunk 2077 è prettamente estesa su Night City una città che può definirsi una proiezione un po’ cinica dell’era moderna, che oltre a quello che ci mostra tramite le emozionanti missioni principali, ci permette di svolgere varie attività secondarie all’insegna dell’esplorazione dei sobborghi più oscuri, sgominando attività criminali di ogni sorta, il tutto lasciandoci la libera scelta su come affrontare le varie battaglie, tra un approccio stealth o uno più diretto e devastante grazie al nostro arsenale di armi!

—Leggi anche “Assassin’s Creed
Valhalla il nuovo titolo Ubisoft su Ps5 e Xbox


Oltre a questo, in Cyberpunk 2077,i vari vicoli ci permettono di scoprire disparati personaggi interessanti, dal venditore di armi, al negoziante di vestiti che oltre ad una funzione estetica ci daranno la possibili di ampliare il nostro equipaggiamento difensivo, alle donnine e maschietti di facili costumi e dai servizi lussuriosi, fino ai preziosi chirurghi della cybernetica fulcro di questo nuovo titolo, grazie ai quali potremmo migliorare e sostituire parti del nostro corpo con componenti biomeccaniche molto interessanti.

Unica pecca per quel che si è potuto capire fino ad ora è:

l’impossibilità di poter scegliere, dopo aver creato il proprio personaggio, il rispettivo partner ideale per una relazione, malgrado il gioco ne metta a disposizione svariati.

Questo perché Il gioco limita molto la scelta legando il partner all’orientamento sessuale del nostro personaggio principale. Ogni scelta dà una sola possibilità per il nostro personaggio. Se decido di essere etero, omosessuale o lesbica potrò scegliere solo quel partner già stabilito dai creatori del gioco per essere etero, omosessuale o lesbica.

“Fai le tue scelte e osserva la storia cambiare in base alle tue azioni.”

Secondo il nostro giudizio questa poca possibilità di personalizzazione del partner insieme all’impossibilità di modificare taglio o colore di capelli del nostro protagonista durante il gioco, in cyberpunk, diviene una pecca di fronte a un gioco in fin dei conti riuscito.

Detto questo direi che non c’è molto altro da aggiungere se non continuare a giocarci per scoprire sempre più dettagli e addentrarci sempre di più nel futuro! Anzi, nel 2077!!!

Cyberpunk 2077, un gioco che sa di realtà!

Il mondo degli eSports sembra essere sempre più in fermento e noi di eSportz.it siamo qui per raccontarvelo.