KFC console: il pollo nerd

Alex Minniti

Alex Minniti

KFC punta al mercato dei gamers.

Kfc

Il 2020 è stato senza alcun ombra di dubbio un anno molto interessante che tra alti e bassi ha saputo regalarci parecchie sorprese e prodotti ghiotti per il rinomato pubblico dei gamers.


Leccornie come The last of us 2, Ghost of Tsushima, Assassin’s Creed e molti altri sono stati protagonisti di questo anno altalenante, concludendo con le fatidiche console nextgen:Ps5 e Xbox series X.


Parlando di leccornie mi è venuta fame e -vorrei ma non posso- mangiare qualcosa di succulento, ma senza schiodare gli occhi dalla console.
Sarebbe bello dite?!?
Beh da oggi non è più solo un sogno ma potrebbe essere presto realtà!

Leggi anche:Alessandria eSport un progetto ambizioso


È si! Ci pensa il Sign. KFC, quello della catena di fast food a base di pollo avete capito bene, lanciando sulla rete la nuova KFconsole.

In collaborazione con niente poco di meno che la signora Coolermaster, questo gioiellino presenta una capacità di lettura fino a 240 fps, con una risoluzione fino a 4K con tanto di tecnologia di ray tracing integrata!
Ma non è tutto, la KFC console vuole dimostrarsi pratica per i suoi consumatori.

“KFC console:la console del colonnello”


Ricordate quando un attimo fa parlavo di mangiare?!
Ecco, oltre ad essere in grado di mettere in seria difficoltà le ultime neonate di casa Sony e Microsoft avrebbe a disposizione uno scomparto interno che permetterebbe di riscaldare le vostre vivande e mantenerle al caldo, grazie ad un sistema studiato direttamente con Cooler per il quale il calore generato dal processore poco prima di essere evacuato all’esterno del case passerebbe per questo scomparto denominato dall’azienda Chicken Chamber, che porterebbe appunto alla cottura delle nostre cibarie.
Ma non è tutto, diamo un occhiata più nello specifico alla scheda tecnica:

Processore Intelcore i9 (top di gamma per computer specificatamente costruiti per il gaming).

Memoria da 2 SSD “Seagate BarraCuda” da 1TB, la stessa utilizzata per l’ “Xbox Series X”.

Sistema di raffreddamento come scheda grafica forniti da “Asus” di cui di quest’ultima in collaborazione con “Nvidia” parliamo di una
“GeForce RTX”, capace di riprodurre i giochi (sul sito ufficiale si specifica “tutti i videogiochi”) a 240 fps.

Mica male vero?!

Restano comunque vari dubbi, di cui da parte dell’utenza se questo sistema di scalda vivande non comporti alla lunga, ad un rischio di surriscaldamento della macchina stessa, portandone così alla rottura, domanda alla quale non è giunta ancora risposta e con essa quale sia il suo prezzo effettivo e quando e se sarà immessa sul mercato.

Per ora l’unica cosa che possiamo fare è restare collegati e attendere ulteriori informazioni al riguardo, sperando in un effettivamente uscita, prima che il mercato sia troppo monopolizzato dalle due grandi aziende colosso di console.

Come dire Chicken is back!

Il mondo degli eSport.it è sempre più in fermento e noi saremo qui a tenervi compagnia informandovi.